Una conversazione con Alessandra Pulixi, la carismatica illustratrice sarda / A conversation with Alessandra Pulixi, the charismatic Sardinian illustrator

 

 Alessandra Pulixi  Ph. Calogero Russo

 

 

Alessandra Pulixi e La Fille Bertha sono la stessa persona: una, infatti, è l'alter ego dell'altra.

"Lo stile, secondo me, è qualcosa che si sviluppa, cammin facendo, intorno alla personalità, al percorso di ciascuno di noi, qualcosa di profondamente intriso di se stessi" ha dichiarato a Nouvelle Factory.

Intelligente e artisticamente ben addentrata nel mondo dell'illustrazione, Alessandra è riuscita a cavalcare l'onda del successo grazie alla sua capacità espressiva che si riflette chiaramente nei tratti psicologici della sua creatura.

 

 

Chi è Alessandra Pulixi? 

 

- Alessandra Pulixi è una persona, un’artista italiana, una sognatrice. 

 

 

La Fille Bertha potrebbe essere il tuo “alter ego”? 

 

- Sì, assolutamente. Più passa il tempo, più il mio alter ego diventa “Alessandra Pulixi” ed io sempre più “La Fille Bertha”. 

 

 

 

 

Ritratto/illustrazione per Stefania Carpentieri 

 

 

 

Sei un’artista molto apprezzata. Le tue opere, infatti, sono ovunque: sui muri, sulle t-shirt, sui cartoncini ed anche sulla pelle. Come vivi questo successo? 

 

- Sono profondamente grata dell’apprezzamento e dell’interesse che ricevo ogni giorno e cerco di dare il massimo per rispondere alle richieste e per farlo nel migliore dei modi. Direi che sono felice e che cerco di vivere il “successo” impegnandomi ogni giorno di più. 

 

 

Le tue illustrazioni hanno un tratto quasi di matita infantile: qual è la ragione di questa scelta stilistica? 

 

- Personalmente non sono mai stata un genere di persona o di artista che ha pensato a “costruirsi” uno stile. Lo stile, secondo me, è qualcosa che si sviluppa, cammin facendo, intorno alla personalità, al percorso di ciascuno di noi, qualcosa di profondamente intriso di se stessi. Direi che il mio stile è frutto della mia crescita personale e con me si trasforma in modo sottile, giorno dopo giorno.

 

 

 

 

 

 

Quale disegno/dipinto ti rappresenta? 

 

- Quasi ogni disegno mi rappresenta poiché ha qualcosa di mio e del momento in cui è stato concepito, creato ed ha preso forma. Sono magari legata in particolare ad alcune serie di disegni o a delle opere nello specifico, per tante ragioni o per nessuna in particolare, ma ogni dipinto o opera direi che mi rappresenta, anche quelle che meno mi piacciono, così come i momenti della vita di un individuo, se dovessi fare un parallelo. 

 

 

Il tuo motto. 

 

- Eros e Thanatos. 

 

 

La tua ossessione.

 

- Ne ho parecchie, ma restando in tema di produzione artistica direi l’equilibrio cromatico.

 

 

 

 

 

I tuoi si. 

 

- Sì all’infinita ricerca della libertà, all’osservazione, all’empatia, ai silenzi, alle parole, ai sogni, all’impegno, alla fatica, alla malinconia, alla ricerca e al dubbio. 

 

 

I tuoi no. 

 

- No alla rigidità come atteggiamento mentale, alla poca flessibilità e alla coerenza come schema imposto.

 

 

I tuoi sogni. 

 

- Per il momento mi piacerebbe riacquistare la capacità di ricordare e di essere più a contatto con quelli che produco durante il sonno.

 

 

Il tuo presente.

 

- Il mio presente è molto immerso negli impegni professionali e negli spostamenti che compio per vedere nuovi posti, incontrare nuove persone, realizzare le mie opere e le collaborazioni e divertirmi, anche!

 

 

 

 

 

 

Il tuo futuro. 

 

- Il mio futuro non lo immagino, ma spero possa stupirmi ed essere un evoluzione di ciò che ho costruito e che sto costruendo giorno dopo giorno.

 

 

 

 

Alessandra Pulixi and La Fille Bertha are the same person: one, in fact, is the alter ego of the other.

“Style, I think, is something that develops, in passing, around the personality, the path of each of us, something deeply imbued with yourself”, she told to Nouvelle Factory.

Intelligent and artistically well-penetrated in the  illustration world, Alessandra managed to ride the wave of success thanks to her expressive power that is clearly reflected in the psychological traits of her creature.

 

Who is Alessandra Pulixi?

 

- Alessandra Pulixi is a person, an Italian artist, a dreamer -

 

 

Could be La Fille Bertha your "alter ego"?

 

- Yes, absolutely. The more time passes, the more my alter ego becomes "Alessandra Pulixi" and I more and more "La Fille Bertha" -

 

 Liquid Lipstick - Wycon comestic

 

 

 

You are a much appreciated artist. Your works, in fact, are everywhere: on the walls, on t-shirts, on card stock and also on the skin. How do you live this success?

 

- I am deeply grateful for the appreciation and interest that I receive every day and I try to do my best to respond to requests and to do so in the best way. I would say that I'm happy and I try to live the "success" by engaging more and more every day -

 

 

Your illustrations have a stretch of almost childish pencil: what is the reason for this stylistic choice?

 

- Personally I've never been a genre of person or artist who thought of "build" a style. Style, in my opinion, is something that develops, in passing, around the personality, the path of each of us, something deeply steeped in ourself. I would say that my style is the result of my personal growth and with me is transformed into a subtle way, day after day -

 

 

Which drawing / painting represents you?

 

- Almost every design is. because I have something of mine and of the moment in which it was conceived, created and took form. Perhaps I am linked, in particular, to some set of drawings or works specifically for many reasons or to any particular one, but each painting or work I would say that is me, even those that less like, as well as the moments of the life of a individual, if I were to make a parallel -

 

 

Your motto.

 

- Eros and Thanatos -.

 

 

Your obsession.

 

- I have several, but staying on the subject of artistic production I would say the color balance -

 

 

 

Your Will.

 

- Yes to an endless quest for freedom, observation, empathy, silences, words, dreams, commitment, hard work, to the melancholy, searching and doubt -

 

 

Your not.

 

- No rigidity as mental attitude, the lack of flexibility and consistency as required schema -

 

 

Your dreams.

 

- For the moment I'd like to regain the ability to remember and to be more in touch with those who produce during sleep -

 

 

Your present.

 

- My mind is very immersed in the professional commitments and in the movements that I make to see new places, meet new people, create my works and collaborations, and have fun, too! -

 

 

Your future.

 

- I do not guess it, but I hope it will amaze me and be an evolution of what I built and I am building day after day -.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Google +
Please reload

  • Black Icon Instagram
  • Nero Facebook Icon

Web / Graphic design by Annamaria Maisto

Copyright © Nouvelle Factory