Marsèlleria: L’arte contemporanea in scena a marzo / Marsèlleria: contemporary art on show in march

7 Mar 2017

Davide Savorani Stressed environment exhibition 2016 ph. Carola Merello

 

 

 

“Il mondo non è stato creato una volta, ma tutte le volte che è sopravvenuto un artista originale”. Così scrive Marcel Proust. E proprio l’ultima parte di questa frase è il valore alla base della ricerca artistica di Marsèll e del suo spazio culturale Marsellèria, fondato nel 2009 con sedi in via privata Rezia 2 e via Paullo 12/A a Milano. 

 

Ogni artista ospite in calendario è caratterizzato da quella che il manifesto della galleria definisce “autenticità radicale”. Questi due termini, così rari oggi e non solo nel mondo artistico ma anche in altri ambiti creativi, come quello della moda da cui viene la genesi di Marsèll, vengono riproposti nuovamente nel calendario di marzo. Un’analisi sull’arte contemporanea da un punto di vista particolare, una nuova apertura fissata da una presenza ricorrente, artisti a confronto, pittura come energia vitale, e uno spazio dedicato ai bambini. Questo è il ricco carnet che Marselleria mette a disposizione per il suo pubblico durante il mese dell’equinozio di primavera.  

 

Il primo marzo è stata ospite un’edizione speciale del “Trigger Party” (una serata in cui artisti dialogano tra di loro e con il pubblico, ndr) dove si sono visti protagonisti Silvia Fanti e Daniele Gasparinetti dell’associazione culturale XING, Andrea Magnani di Siliqoon (creatore con Zoe De Luca dell’evento, ndr), Alvin Spazio con Natalia Trejbalova e Nico Vascellari. L’evento ha promosso il lancio della Live Arts Week VI che si terrà a Bologna dal 26 al 29 aprile. 

L'evento si è concluso con la performance " A very Reflexive Acid" della performer canadese Bridget Moser.

Una novità importante è l’inaugurazione della sede newyorkese di Marsèlleria, sulla 525 west 23rd street, che ha aperto venerdì 3 marzo con la performance “Sparkling Matter” dell’artista Matteo Nasini, già ospite con questo evento nella sede milanese di via privata Rezia 2 nel maggio 2016. Uno “sleep concert” come rappresentazione del risultato di una ricerca tra suono, tecnologie e neuro-scienza intrapresa da Nasini, attraverso la mutazione dell’attività celebrale di una persona addormentata in suono che varia a seconda delle fasi del sonno.

 

 

 

"The world was not created once, but every time came an original artist”. So writes Marcel Proust. And the last part of this sentence is the value at the base of artistic research promulgated by Marsèll and its cultural space Marselleria, founded in 2009 in via privata Rezia 2 and via Paullo 12/A in Milan.

 

Each guest artist in the calendar is characterized by what the manifesto of the gallery calls "radical authenticity”. These two terms, so rare today, and not only in the art world but also in other creative fields, such as fashion which is the genesis of Marsèll, are repeated again in the march calendar. An analysis on contemporary art from a particular point of view, a new opening fastened by a recurring presence, a dialogue between artists, painting as life energy, and a space dedicated to children. This is the rich program that Marsèlleria makes available to its audience during the month of the spring equinox.

 

On march 1st it was hosted a special edition of “trigger party” (an evening where artists interact with each other and with the public, ed) where have been key players Silvia Fanti and Daniele Gasparinetti from the cultural association XING, Siliqoon’s Andrea Magnani, Alvin Spazio with Natalia Trejbalova and Nico Vascellari. This event promoted the launch of Live Arts Week VI to be held in Bologna from april 26th to 29th.

The exhibition closed with " A very Reflexive Acid " a performance by Bridget Moser.

An important novelty is the opening of Marsèlleria’s New York headquarter, at 525 west 23rd street, which opened friday, march 3 with the performance “Sparkling Matter" by artist Matteo Nasini, also host of this event in via privata Rezia 2 in may 2016. A "sleep concert" as a representation of the result of a search of sound, technology and neuro-science undertaken by Nasini, through the mutation of a person asleep brain activity in sound that varies depending on the stages of sleep .

 

 

 

 

 

 

Nella stessa sede milanese, presso Marsèll Paradise, mercoledì 8 marzo dalle 19 alle 21 sono ospiti il duo MASBEDO composto da Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni. La serata è dedicata alla presentazione agli ospiti di 30072007", un picture disc a tiratura limitata pensato come installazione sonora, e di “Diario Psichico. Analisi di una mostra d'arte contemporanea” (Quodlibet 2016), scritto con Paola Nicolin nell'ambito dello sviluppo del progetto Handle with care. Il primo si propone come la “versione sonora” della video-installazione “July 30 2007” esposta alla Reggia di Venaria (TO), ispirata dalla morte avvenuta proprio in quello stesso giorno di due tra i più importanti nomi della storia del cinema: Michelangelo Antonioni e Ingmar Bergman. Interessante è anche la presentazione del volume frutto di una domanda: “Può un testo, una confessione – irregolare, frammentata, sincopata –, narrare sulla pagina scritta le immagini prima che le immagini stesse si rendano visibili?”.  Il libro è nelle parole della curatrice “una raccolta di scritti intimi e personali, elaborati nel corso di un anno passato a lavorare con i MASBEDO. Insieme con gli artisti, abbiamo infatti deciso di mettere su carta i pensieri e le parole scambiate durante la preparazione del progetto the classroom. Masbedo, Handle with care."

Verrà invece inaugurata il 16 marzo la mostra “1999” del francese con sede a Berlino Antoine Renard e la statunitense di New York Libby Rothfeld. Il lavoro è frutto della loro esperienza maturata durante la fase finale del secondo Siliqoon Lab ( in collaborazione con MAMbo, XING/Raum e Confartigianato) . E proprio la manualità italiana si è interfacciata con i due creativi che hanno realizzato i lavori presenti in mostra durante un percorso attraverso le nostre realtà artigianali più importanti. La mostra terminerà venerdì 14 aprile. 

 

 

At the same venue in Milan, at Marsèll Paradise, wednesday, march 8 from 19 to 21 guests are the duo MASBEDO composed by Nicolò Massazza and Iacopo Bedoya. The evening is dedicated to the presentation to the guests of "30072007", a limited edition picture disc designed as a sound installation, and "Diario Psichico. Analisi di una mostra d'arte contemporanea"(Quodlibet 2016), written with Paola Nicolin as part of the project development Handle with care. The first is proposed as the "sound" version of the video installation "July 30, 2007" displayed at the Reggia di Venaria (TO), inspired by the death occurred precisely on that very day of two of the biggest names in film history : Michelangelo Antonioni and Ingmar Bergman. Another highlight is the presentation of the volume born from a question: "Can a text, a confession - irregular, fragmented, syncopated -, narrating on the written page images before the same images become visible?". The book is in the words of the curator "a collection of intimate and personal writings, elaborated in the course of a year spent working with MASBEDO. Together with the artists, we decided to put on paper the thoughts and words exchanged during the preparation of the project the classroom. Masbedo, Handle with care”.

Will be inaugurated on march 16 the exhibition "1999" by the French born based in Berlin Antoine Renard and the US born currently in New York Libby Rothfeld. The work is the result of their experience emerged during the final stage of the second Siliqoon Lab ( in partnership with MAMbo, XING/Raum and Confartigianato) . And the Italian craftsmanship has interfaced with the two designers who created the works on show during a journey through our most important craft reality. The exhibition will end friday, april 14.

 

 

Luca Trevisani Installation views 2016 ph. Sara Scanderebech​

 

 

 

In via Paullo 12/A dal 29 marzo al 28 aprile sarà protagonista il lavoro di Daniele Innamorato a cura di Giorgio Verzotti. Il titolo “Like No Tomorrow”, sintetizza il senso dei dipinti presenti realizzati dall’autore milanese che spiega così la mostra: “Posseduto dalla pittura, mi muovo dentro il colore, il processo è come un instancabile rito, un ritmo e una danza che mi porta a lavorare come se non ci fosse un domani, sfinito mi fermo”. 

Marselleria apre anche ai bambini con una serie di laboratori gratuiti facenti riferimento alle mostre in programma (per informazioni e prenotazioni: info@marselleria.org oppure 0278622680).

 

Quello di Marsèlleria è un métissage organico, vivo, in cui il contemporaneo emerge senza sforzo apparente attraverso l’eterogenea creatività degli autori ospiti. Il proposito dell’arte infatti dovrebbe essere quello di veicolare lo sforzo manuale e, oggi, tecnologico, usando un messaggio idilliaco e privo di pesi esteriori. Non a caso il programma di questo mese si articola sulla musica, la scrittura, l’artigianato e la pittura: quattro categorie generali dell’Ars che producono artefatti dalle sembianze naturali, mentre dietro si cela il lavoro, duro, di mesi e anni. 

 

 

In the space of via Paullo 12/A from march 29th to april 28th Daniele Innamorato’s works will be the protagonist of an exhibition curated by Giorgio Verzotti. The title "Like No Tomorrow" sums up the meaning of these paintings made by the author from Milan that so explains the exhibition: "Owned by painting, I move into the color, the process is like a tireless ritual, a rhythm and a dance that leads me to work as if there were no tomorrow, exhausted I stop”.

Marsèlleria also open to children with a series of free workshops referring to the exhibitions in program (for information and reservations: info@marselleria.org or 0278622680).

 

That of Marsèlleria is an organic, living, métissage where contemporary emerges effortlessly through the diverse creativity of the guest authors. The fact about the art should be to convey the manual effort and, today, technology, using an idyllic message and free of external weights. Not by chance the program this month is divided in music, writing, crafts and painting: four Ars general categories that produce artifacts from the natural appearance, while behind lurks the work, hard, of months and years.

 

Matteo Nasini "Sparkling Matter" exhibition 2016 ph. Sara Scanderebech

 

 

 

marselleria.org

xing.it

siliqoon.com

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Google +
Please reload

  • Black Icon Instagram
  • Nero Twitter Icon
  • Nero Facebook Icon

WEB DESIGN by Annamaria Maisto

Copyright © Nouvelle Factory