• Ilaria Introzzi

Nodi preziosi: una conversazione con Marisa Iotti, vincitrice per Nouvelle Factory di Ridefinire il


La sua voce è entusiasta, la sua passione per l’arte in generale e per il gioiello in particolare è coinvolgente. Tutto di lei fa venire voglia di costruirsi un laboratorio per sperimentare le proprie capacità intellettive e manuali. Tutto questo è espresso in questa conversazione avuta qualche settimana fa con Marisa Iotti, la vincitrice per Nouvelle Factory di Ridefinire il gioiello, concorso giunto alla sua sesta edizione e curato da Sonia Catena. L’artista di Reggio Emilia racconta qui il suo modus operandi e i suoi sogni fatti di fili, colori e fotografia.

Her voice is enthusiastic, her passion for art in general and for jewel in particular is engaging. All of her makes you want to build a laboratory to experience you intellectual and manual skills. All this is expressed in this conversation I had a few weeks ago with Marisa Iotti, Nouvelle Factory's winner of Ridefinire il gioiello, a competition that came to its sixth edition and curated by Sonia Catena. The artist from Reggio Emilia tells here her modus operandi and her dreams made of threads, colors and photography.

Marisa, la tua passione per i gioielli è nata quando hai deciso di realizzarne di tuoi o, invece, è coincisa con altri momenti della tua vita?

- La mia creatività è sempre stata molto presente in me: nasco come pittrice. Ho sempre avuto in mano matite, colori e, successivamente, anche la macchina fotografica. Questi elementi hanno accompagnato da sempre la mia vita e le vicende che ne sono emerse fino a oggi. Quindi, l’arrivo ai gioielli è stato un percorso compiuto di recente ma che è certamente legato alle esperienze vissute in passato. -

Marisa, is your passion for jewels born when you have decided to make your own, or is it coinciding with other moments of your life?

- My creativity has always been very present in me: I'm born as a painter. I've always had pencils, colors, and then my camera. These elements have always accompanied my life and the events that have emerged to this day. So, the arrival of jewels has been a recent accomplishment, but it is certainly related to the experiences that I have lived in the past. -

Nodi di parole

Oltre ai materiali classici, le tue opere sono assemblate da svariati fili e da un modo di annodarli che ha origini antiche: il macramè. Come mai questa scelta?

- La fiber art perché è congeniale al mio modo di essere, al mio cammino creativo, artistico. La riconosco nel mio stile: ad esempio ho sempre amato disegnare dei piccoli particolari, così come nella fotografia. Nella mia mente c’è questa attrazione al piccolo, al dettaglio, al minuzioso. Quindi il nodo è una manualità, un fare molto lento e particolareggiato, soprattutto se si utilizzano dei fili sottili. Ho capito da subito che a livello di gestualità era il modo più coerente per esprimermi. -

In addition to classical materials, your works are assembled by a variety of threads and a way of knotting them with ancient origins: the macramè. How come this choice?

- The fiber art because it is congenial to my way of being, to my creative, artistic journey. I recognize it in my style: for example, I have always loved drawing small details, as well as photography. In my mind there is this attraction to the small, the detail, the meticulous. So the knot is a manuality, a very slow and detailed “to do”, especially if you use thin threads. I immediately realized that at the level of gesture was the most consistent way to express myself. -

Il sole dentro

Un’altra arte che utilizzi per testimoniare il processo di lavorazione manuale è la fotografia…

- Sì. La mia è proprio una ricerca: attraverso queste foto riesco a vedere degli altri soggetti, un altro mondo. Non è quindi solo l’aspetto artigianale, artistico che voglio io per prima far emergere da quello che faccio, ma è anche quello sentimentale. Mi piace curare l’opera sotto ogni punto di vista. Infatti tra i tanti desideri, ci sarebbe quello quello di realizzare una mostra dei miei gioielli accompagnati dalle loro fotografie, immagini però dove non si vede che l’oggetto è in fase di lavorazione, perché colto da un’angolazione particolare che lo rende un’altra entità, un qualcosa che ha una vita propria. -

Another art you use to witness the manual machining process is photography…

- Yes. My own is a research: through these photos I can see other subjects, another world. It is not just the artisan, artistic aspect that I want to emerge from what I do first, but it is also the sentimental one. I like to take care of the work from every point of view. In fact, among the many desires, there would be one to make an exhibition of my jewelry accompanied by their photographs, however, where the object is not being processed, because it is captured by a particular angle that makes it another entity, something that has a life of its own. -

A Stromboli

Hai vinto per Nouvelle Factory con la tua collana Sentiero, ispirata alla poesia della scrittrice bulgara Blaga Dimitrova Nessuna paura che mi calpestino, calpestata l’erba diventa un sentiero, l’ultima edizione di Ridefinire il gioiello. Come sei giunta a concepirla e quanto tempo hai impiegato per realizzarla?

- Colgo l’occasione per ringraziare te, Stefania e Annamaria per avermi scelta e, ovviamente Sonia Catena, che mi ha ospitata. Per quanto riguarda questa collana nello specifico, tutto è nato dal tema di questa edizione: il libro, i racconti e le poesie. Avevo già in mente quest’opera poetica e ho pensato che attraverso le sue parole e il loro significato sarebbe stato possibile realizzare il mio gioiello per la mostra. Sono dodicimila nodi di di filo, e per completarla ho impiegato circa due mesi: è un lavoro faticoso ma che mi gratifica. In generale, realizzo tutte opere uniche e per ognuna di queste ripongo la stessa passione e manualità. -

You won for Nouvelle Factory with your necklace Sentiero (path), inspired by the poetry of Bulgarian writer Blaga Dimitrova No fear that I trample on, trampling the grass becomes a path, the last edition of Ridefinire il gioiello. How did you come to think about it and how long did you take it for you to accomplish it?

- I take this opportunity to thank you, Stefania and Annamaria for choosing me and, of course, Sonia Catena, who has hosted me. As far as this necklace is concerned, everything is born from the theme of this edition: the book, the tales and the poems. I had already in mind this poetic work and I thought that through its words and their meaning it would be possible to realize my jewel for the exhibition. I have twelve thousand yarns of thread, and to complete it, I took about two months: it's a tiring job but rewarding. In general, I realize all the unique works and for each of these I have the same passion and manualily. -

Collana Sentiero vincitrice per Nouvelle Factory dell'ultima edizione di Ridefinire il Gioiello

Spesso il gioiello è considerato un accessorio, talvolta, invece, viene associato a un’opera d’arte. Qual è il tuo punto di vista a riguardo?

- Per me deve essere un’opera d’arte, perché porta con sé un racconto, sia di chi l’ha prodotta sia di che la va a indossare. Non a caso i più grandi artisti hanno anche realizzato dei gioielli. -

Often the jewel is considered an accessory, sometimes it is associated with a work of art. What is your point of view about it?

- For me, it must be a work of art, because it brings a story to it, whether it's the one who produced it or the one who wears it. It is no coincidence that the greatest artists have also made jewels. -

Personalmente, che rapporto hai con i gioielli?

- Mi piace scovare degli oggetti vintage, particolari. Li acquisto e poi mi diverto a rivisitarli e farli miei. Lo definirei un “approccio dinamico”. Amo molto i preziosi, ma se non sono elaborati da me non riesco a indossarli. Preferisco avere un rapporto più personale con questi oggetti. -

Personally, what kind of relationship do you have with jewels?

- I like to find particulars vintage items. I buy them and then I enjoy revisiting them and making them mine. I would call it a “dynamic approach”. I love the precious, but if they are not processed by me, I can not wear them. I prefer to have a more personal relationship with these objects. -

Sentiero

Quali sono i tuoi progetti futuri?

- Sviluppare la tecnica della fiber art. A questo proposito, a breve parteciperò al concorso Trame a corte nel parmense, per cui sono già stata selezionata e per il quale sto realizzando un’opera. Poi, come ti dicevo all’inizio, ho in mente la mostra e tanti altri sogni. -

What are your future projects?

- Develop the fiber art technique. In this regard, I will soon take part in the Trame a corte competition near Parma, for which I have already been selected and for which I am making a work. Then, as I told you at the beginning, I have my mind on the show and many other dreams. -

Marisa Iotti

ridefinireilgioiello.com

  • Black Icon Instagram
  • Nero Facebook Icon
Copyright © Nouvelle Factory

Web / Graphic design by Annamaria Maisto