Una conversazione con Veronica Meruzzi, la designer veronese che muta il grottesco in gioielli artistici / A conversation with Veronica Meruzzi, the Veronese designer who changes the grotesque in artistic jewels

 

 

 

Veronica Meruzzi ha un’idea dell’arte molto complessa e variegata.

Il suo mondo appare lastricato da visioni primitive, da atti puri nostalgici, da visioni infantili.

Plasma una materia grezza, ruvida, illogicamente bella ma stupefacente nel risultato.

Sperimenta uno stile inusuale, materico, complesso.

Gioca con le forme rendendole accattivanti e nelle sue opere surrealistiche dà prova di una complessa indagine stilistica che parte da un’idea elementare e culmina con vere opere d’arte.

 

Veronica Meruzzi has a very complex and varied idea of art.

Her world is paved with primitive visions, pure nostalgic acts, infantile visions.

She shapes a rough matter, illogically beautiful, but amazing thing in the result.

She experiments an unusual, material and complex style.

Playing with shapes, making it appealing and in her surrealistic works, she shows a complex stylistic inquiry that starts from an elementary idea and culminates with real works of art.

 

 

 

 

 

Gioiello contemporaneo come veicolo di sperimentazione: come esemplifichi il processo di ricerca?

 

- La gioielleria contemporanea è un terreno fertile per le sperimentazioni artistiche questo perché si presta all’utilizzo di materiali alternativi, pertanto è fondamentale avere una buona conoscenza dei materiali con cui si lavora: metalli prima di tutto ma anche resine, stoffe, legno, pietre e molto altro. Per quanto riguarda la mia esperienza posso dire che il tutto parte da un’idea o da un oggetto; pietre grezze, scarti di fusione o altro diventano l’ispirazione su cui lavorare e attorno alla quale si sviluppa il pezzo. Solitamente cerco di fare degli schizzi, disegni di massima che utilizzo come riferimento durante tutto il processo di lavorazione, processo non privo di fallimenti. A volte dopo giorni di lavoro ci si rende conto che è necessario ricominciare tutto da capo o che alcuni materiali sono proprio incompatibili tra di loro. In questo momento, ad esempio, sto cercando di utilizzare dei colori ad olio sul metallo, impresa tutt’altro che semplice. 

 

Contemporary jewel as a vehicle of experimentation: how to exemplify the research process?

 

- Contemporary jewelery is a fertile soil for artistic experimentation because it lends itself to the use of alternative materials, so it is essential to have a good knowledge of the materials with which it works: metals first of all but also resins, fabrics, wood, stones and more. As for my experience I can say that everything starts from an idea or an object. Rough stones, melting waxes or others become the inspiration on which to work and around which the piece develops; I usually try to make sketches, rough designs that I use as a reference throughout the machining process, that is not without fail. Sometimes after days of work you realize that you have to start all over again or that some materials are just incompatible with each other. Now, for example, I'm trying to use oil-based colors on the metal, far from simple method. -

 

 

La tua formazione accademica (Veronica ha frequentato Abaco scuola di Tecnica di Orafa di Verona n.d.r.) ha in qualche modo “violato” la tua creatività?

 

- Al contrario, direi invece che è stato l’esatto contrario. I corsi che ho frequentato, e che continuo a frequentare, mi hanno dato delle solide basi e con queste riesco a muovermi con una certa sicurezza anche nei progetti più eclettici. Ho avuto la fortuna di incontrare dei mentori che non hanno limitato la mia crescita artistica ma che anzi hanno adeguato il loro metodo di insegnamento alle mie esigenze, li considero un punto di riferimento e tutt’ora riescono a consigliarmi e mi aiutato nei momenti di crisi.

 

Your academic training (Veronica has attended Abaco's Orafa Technique School of Verona, ed) has somehow "violated" your creativity?

 

- Instead, I would say that it was the exact opposite. The courses I have attended, and that I continue to attend, have given me a solid foundation and with these I can move with some certainty even in the most eclectic projects. I was fortunate enough to meet mentors who did not limit my artistic growth but who even adapted their teaching method to my needs, considered them as a point of reference and still can advise me and help me in moments of crisis. -

 

 

 

 

 

 

Materia grezza, linee geometriche imperfette, primitivismo: cosa attrae la tua attenzione in fase di progettazione?

 

- Ho sempre avuto una certa attrazione per il grottesco, credo che questo mi influenzi molto a livello artistico. Non è stato facile all’inizio capire qual era per me la strada da seguire, mi sono mossa con l’istinto. Trovo che ci sia qualcosa di “bello nel brutto” è questo che mi ha portato a creare pezzi sempre più materici, surreali e a volte un po’ inquietanti. -

 

Raw material, imperfect geometric lines, primitivism: what attracts your attention when you design?

 

- I have always had some attraction for the grotesque, I think this influences me very much in an artistic level. It was not easy at first to understand what the way to go was for me, I moved with instinct. I find that there is something "beautiful in the bad" that has led me to create more and more material, surreal and sometimes somewhat disturbing pieces. -

 

 

Se una tua creazione fossero un celebre dipinto, quale sarebbe?

 

- Questa è una domanda difficile. Mi sento ancora come una bambina che muove i primi passi in un mondo di giganti e pensare di mettermi a paragone con i grandi maestri è per me ancora impensabile.

 

If your creation was a celebrated painting, what would it be?

 

- This is a tough question. I still feel like a little girl who moves the first steps in a giant world and thinking of comparing me with the great masters is for me still unthinkable. -

 

 

 

 

 

 

Nella tua biografia si legge: “il valore del gioiello passa in secondo piano rispetto alla storia che esso racconta; è l'arte che esce dai musei, che va indossata e toccata”, descrivici dettagliatamente il significato di tale espressione?

 

- La maggior parte delle persone tende a dare un valore puramente materiale ai gioielli, di fronte ad un solitario di solito la prima reazione è dire: “bello, chissà quanto sarà costato!”.  Credo sia una cosa abbastanza normale, più un anello è caro più ci sembra bello. Quello che mi attrae della gioielleria contemporanea è lo sdoganamento di questo concetto: i gioielli sono un ibrido, tra arte, scultura e artigianato, possono essere creati con i materiali più disparati a volte tutt’altro che preziosi e portano sempre con se una grande carica emotiva . Spesso quando mostro i miei pezzi le persone hanno le più svariate reazioni: sono sorpresi, divertiti, a volte raccapricciati ma tutti in un modo o nell’altro sono incuriositi, vogliono sapere che cosa mi ha ispirata, come credo i miei pezzi o cosa rappresentano. Si innamorano della loro storia e ad essa danno valore. E’ una forma d’arte che abbiamo letteralmente a portata di mano, che possiamo condividere e ci permette grandissima espressione artistica sia che la crediamo o che la indossiamo. 

 

In your biography you read: "The value of the jewel passes in the background with respect to the story it tells. Is the art that comes out of museums, which is to be worn and touched " describe in detail the meaning of this expression?

 

- Most people tend to give a purely material value to jewels, in the face of a solitary diamond usually the first reaction is to say, "beautiful, who knows how much it will cost!". I think it's a fairly normal thing, the more a ring is expensive the more it looks nice. What attracts me of contemporary jewelery is the customs clearance of this concept:  jewels are a hybrid, between art, sculpture and crafts, can be created with the most disparate materials or at times anything but precious and always carry with them a great emotional charge. Often when I show my pieces, people have the most varied reactions: they are surprised, amused, sometimes crippled but all in one way or another are curious, they want to know what inspired me, how I believe my pieces or what they represent. They fall in love with their story and give it value. It is a form of art that we literally have at hand, which we can share and allow us to have a great artistic expression whether we believe it or we wear it. 

 

 

 

 

 

 

Tre aggettivi per descriverti.

 

- Contrariamente a quello che molti pensando di me vedendo i miei lavori sono una persona molto gioviale, curiosa e indecorosamente pigra!

 

Three adjectives to describe you.

 

- Contrary to what many people think of me seeing my work I am very jovial, curious and indecorously lazy person! -

 

 

Tre aggettivi per descrivere le tue creazioni.

 

Surreali, inquietanti ma a volte anche divertenti.

 

Three adjectives to describe your creations.

 

- Surreal, disturbing but sometimes fun. -

 

 

Domanda denuncia: cosa, nel sistema moda, inceppa il percorso lavorativo degli artigiani?

 

- Credo che entrino in gioco diversi fattori. L’artigianato è uno dei settori che ha subito maggiormente la crisi e sta cominciando a riprendersi solo ora, a livello scolastico non viene per nulla incentivato e le scuole di formazione sono scarse e molto costose. Sempre meno artigiani vogliono sobbarcarsi le spese che derivano da un apprendistato per formare le nuove generazioni. Parlando a livello più generale non bisogna dimenticare che il mondo della è molto competitivo e sono i grandi marchi a dettano le regole, non sorprende quindi che piccole realtà come la nostra facciano fatica ad emergere. Credo comunque che uno dei problemi più grandi sia il fatto che le persone si sono disabituate a comprare prodotti artigianali, che hanno sempre meno visibilità oscurati da marchi low cost. 

 

A debate question: what, in the fashion system, jams the artisans' work path?

 

- I believe that several factors come into play. Handicrafts is one of the sectors that has been most affected by the crisis and is beginning to recover only now, at school level is by no means encouraged and the training schools are scarce and very expensive. Less and less artisans want to get the expenses that come from apprenticeships to train new generations. Speaking at a more general level it should not be forgotten that the world of it is very competitive and are the major brands that dictate the rules, so it is not surprising that small realities like ours are struggling to emerge. I think, however, that one of the biggest problems is the fact that people have become ill-equipped to buy handicrafts, that have less and less visibility because of the low-cost brands. -

 

 

 

 

Visto che il futuro è incerto, voglio soffermarmi sul tuo presente: quale progetto stai sviluppando? Come ti stai muovendo per promuovere il tuo marchio sul territorio?

-  Al momento sto portando avanti un progetto a cui tengo molto, una sorta di tributo. La scuola dove seguo i corsi  fornisce anche un servizio di co-working: in pratica mette a disposizione spazi e strumenti per lavorare, è un ambiente molto stimolante e qui ho avuto la possibilità di entrare in contatto con altri giovani designer con cui ho stretto forti legami di amicizia. Grazie alla collaborazione di alcuni amici che si sono prestati a questo progetto ho voluto ricreare i loro visi, dita, bocche e ne ho fatto dei gioielli. Labbra tumide con un rossetto sfolgorante spiccano sul castone di una collana, l’occhio di una donna addormentata con lunghe ciglia che si appunta sul cappotto come una spilla. L’artista diventa un pezzo d’arte. Questo progetto è una sfida per me, ma è anche la materializzazione di un legame e una dedica ad artisti di un modo ancora sconosciuto ai più.

Per quanto riguarda il mio marchio sto cercando di promuovermi usando internet, i social e partecipando a concordi d’arte o di gioielleria. Non è facile riuscire a conciliare la mia passione con il resto dei miei impegni ma ho molte persone che mi spronano e mi supportato in questo percorso.

 

Since the future is uncertain, I want to focus on your present: what project are you developing? How are you doing to promote your brand on the territory?

 

- At the moment I'm carrying out a project that I care a lot, a sort of tribute. The school where I attend the courses also provides a co-working service: in practice it provides space and tools to work, it is a very stimulating environment and here I had the opportunity to get in touch with other young designers with whom I have strong ties of friendship. Thanks to the collaboration of some friends who have lent themselves to this project I wanted to recreate their faces, fingers, mouths and made them jewels. Tumbler lips with a blazing lipstick stand out on the signet of a necklace, the eye of a sleepy woman with long eyelashes as a brooch on her coat. The artist becomes a piece of art. This project is a challenge for me, but it is also the materialization of a bond, and a dedication to artists of an unknown world to the most.

As far as my brand is concerned, I'm trying to promote me by using the internet, the social, and participating in art or jewelery competitions. It is not easy to be able to reconcile my passion with the rest of my commitments but I have many people who encourage me and support me in this journey. -

 

 

Ti ringrazio per questa splendida chiacchierata, Veronica. In bocca al lupo per tutto.

 

- E’ stato un piacere, grazie a te Stefania! -

 

Thank you for this wonderful chat, Veronica. Good luck for everything.

 

- It was a pleasure, thank you Stefania! -

 

 

veronicameruzzi.portfoliobox.net

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Google +
Please reload

  • Black Icon Instagram
  • Nero Twitter Icon
  • Nero Facebook Icon

WEB DESIGN by Annamaria Maisto

Copyright © Nouvelle Factory