• Stefania Carpentieri

Vinyl Bag, un tacito accordo tra arte, musica e moda / Vinyl Bag, a tacit agreement between art, mus

Ricordo che qualche settimana fa avevo un appuntamento in Piazza Duomo, a Lecce. La mia shopping bag era colma di cianfrusaglie, lo smartphone quasi scarico e una bottiglietta d’acqua. Il giorno precedente avevo acquistato una Moleskine di Kinloch Anderson nella quale iniziai ad annotare gli appuntamenti, gli eventi e le mail delle persone da contattare.

Parcheggiai l’auto nei pressi di Porta Rudiae e mi portai nel centro storico con passo spedito: ero in ritardo.

I remember that a few weeks ago I had an appointment at Piazza Duomo, in Lecce. My shopping bag was packed with junk, almost unloaded smartphone and a bottle of water. The previous day I purchased a Moleskine by Kinloch Anderson, in which I began to record appointments, events, and mails of people to contact.

I parked the car near Porta Rudiae and took me to the old town with a shipped stride: I was late.

Tra palazzi antichi e chiese in ristrutturazione, una fila di bancarelle mi accompagnavo per un breve tratto fino a destinazione.

Qualcuna di esse mi colpì ma non potei arrestare il mio passo. La mia mente, però, annotò una serie di borse dall’aspetto geniale, le stesse che mi trattennero per alcuni secondi al mio ritorno verso la vettura.

Mi fermai di fronte alla postazione di Francesca Versienti, presi il cellulare e le scattai una foto. Un promemoria.

Poi mi avvicinai e per vedere da vicino le sue creazioni. Le chiesi se la patta era in pelle e lei mi disse con tono fermo che erano in ecopelle.

Annuì.

Between ancient palaces and churches under renovation, a row of stalls accompanied me for a short stretch to my destination.

Some of them struck me but I could not stop my step. My mind, however, noted a number of genial-looking handbags, the same ones that held me for a few seconds on my return to the car.

I stopped in front of Francesca Versienti's office, took my cell phone and took a picture. A reminder.

Then I came to see her creations closely. I asked her if the flap was in leather and she said with a firm tone that they were in eco-leather.

I nodded.

Parlammo brevemente. Mi spiegò che la borsa era stata creata con vinili vintage, rimasi folgorata da una creatività fuori dal comune.

Il resto della conversazione la ometterò.

Di Francesca ho percepito la passione per il suo lavoro. “E’ un’anarchica della moda”, ho pensato subito dopo. Ero affascinata dalle Vinyl Bag come mai nessuno oggetto era riuscito a catalizzare su di me, tanta attenzione.

We spoke briefly. She explained that the bag had been made with vintage vinyls, and I was overwhelmed by unusual creativity.

I will omit the rest of the conversation.

I felt Francesca’s passion for her work. “She’s an anarchist in fashion”, I thought right after. I was fascinated by the Vinyl Bag that no object had ever been able to catalyze me, so much attention.

Rientrata in ufficio visionai la sua pagina Facebook. “Il progetto Vinyl Bag nasce dall'esigenza di voler creare un filo diretto tra moda arte e musica.” Si legge nella descrizione sulla pagina del Social Network. “Questi concetti che già percorrono la medesima strada parallelamente e nella stessa direzione trovano per me il loro punto d'incontro proprio in questo progetto dove un accessorio, in questo caso una borsa, acquista valore intrinseco riuscendo ad incapsulare in un accessorio un autentico vinile. Questo gioco di assemblaggio porta automaticamente il nostro pensiero verso il passato dove la musica ''disegnata''su un vinile prende vita proprio nel momento in cui la puntina lo sfiora. I diversi generi, le diverse colonne sonore che spesso finiscono per diventare quelle della nostra vita, possono quindi continuare ad accompagnarci in altre forme,in tutti i luoghi e in tutti i tempi.” Continua la descrizione.

Returned to the office, I saw her Facebook page. "The Vinyl Bag project is born out of the need to create a direct line between fashion art and music”. It is read in the description on the Social Network page. "These concepts that go the same way in the same path and in the same direction find for me their meeting point in this project where an accessory, in this case a purse, acquires intrinsic value by succeeding in encapsulating in an accessory an authentic vinyl. This assembly game automatically brings our thinking to the past where "drawn" music on a vinyl takes effect just as the dot touches. The different genres, the different soundtracks often end up becoming ones of our lives, can then continue to accompany us in other forms, in all places and at all times”. The description continues.

E allora si, ho la conferma che Francesca è un’artista e no una designer.

Mi sono promessa di ritornare a Lecce, di rivedere Francesca. Ho fatto un patto con me stessa, metterò le mie cianfrusaglie nella Vinyl Bag, la borsa che non ha bisogno di presentazioni.

And yes, I have the confirmation that Francesca is an artist and not a designer.

I promised to return to Lecce, to see Francesca again. I made a deal with myself, I will put my junk in the Vinyl Bag, the bag that does not need any presentations.

www.facebook.com/VinylBag/

  • Black Icon Instagram
  • Nero Facebook Icon

Web / Graphic design by Annamaria Maisto

Copyright © Nouvelle Factory