Afhra: borse come oggetti di design. Lo racconta la loro creatrice, Monica Chiozzi / Afhra: bags as design objects. Their creator, Monica Chiozzi, tells about it

11 Mar 2019

 

Un ritratto di Monica Chiozzi, fondatrice di Afhra

 

 

 

Nel 2016 Monica Chiozzi lascia il suo importante ruolo da Tod’s per fondare Afhra. Un brand di borse fatte realmente in Italia, in Lombardia, e dedicato alle donne. Si definisci femminista, ma è anche un’analista attenta del mercato, nonché del sistema moda, dal quale, orgogliosamente, si tiene a debita distanza. La incontro durante l’ultima fashion week di Milano per parlare delle sue creazioni, di come le concepisce e di una certa Simone che ancora non è annoverata tra le sue muse. 

 

In 2016 Monica Chiozzi leaves her important role at Tod's to found Afhra. A brand of bags made (really) in Italy, in Lombardy, and dedicated to women. She defines herself as a feminist, but she is also a careful analyst of the market, as well as of the fashion system, from which, proudly, she keeps herself at a safe distance. I meet her during the last fashion week in Milan, to talk about her creations, of how she conceives them and of a certain Simone who is not yet included in her muses.

 

 

Moda e studi in ambito culturale. Monica, quando è nata la tua passione per la pelletteria?

 

- Volevo occuparmi di restauro. Ho sempre dipinto, soprattutto anni fa. Della pittura mi piaceva molto la parte materica, per questo dipingevo con colori a olio. Fondamentalmente, mentre facevo l’università, ho fatto un corso delle Comunità Europea come responsabile di campionario. Da lì ho iniziato a lavorare, mentre studiavo, grazie a una delle insegnanti di questo corso che lavorava nell’ufficio stile di Max Mara e altri marchi. Facevo di tutto: dalle collezioni di abbigliamento agli accessori. Con le borse ho avuto una folgorazione e ho iniziato a occuparmene. -

 

Fashion and studies in the cultural field. Monica, when was your passion for leather goods born?

 

- I wanted to take care of restoration. I have always painted, especially years ago. I really liked the material part of painting, so I painted with oil colors. Basically, while I was a university, I did a European Community course as a sample manager. From there I started to work while studying, thanks to one of the teachers of this course who worked in the style office of Max Mara and other brands. I did everything: from clothing collections to accessories. With the bags I had an electrocution and I started to take care of it. -

 

 

Afhra primavera-estate 2019

 

 

 

Quindi all’inizio non avevi minimamente idea che sarebbe stato il tuo futuro, la tua passione?

 

- Assolutamente no. È nato tutto con il tempo e con la mia prima esperienza lavorativa. -

 

So at first you did not have the slightest idea that it would be your future, your passion?

 

- Absolutely not. It all started with time and with my first work experience. -

 

 

Borbonese, Tod’s e poi Afhra, un brand tutto tuo. Come lo hai concepito e, soprattutto, come mai tua nonna portava lo stesso nome?

 

- Afhra perché è nata nel periodo dell’Italia coloniale, ahimè. È stata una pagina della Storia, turpe e drammatica. Il brand è dedicato a lei e concepisce la borsa come oggetto di design. Sono una persona anti-fashion, infastidita dalla forma mentale dell’usa e getta che è sempre più dilagante. E lo sono da tempo. Per me una borsa è come una bella lampada di Magistretti, una seduta particolare. Qualcosa che puoi prendere, spostare e, perché no, tramandare nel tempo. Cerco di creare pezzi che abbiamo un senso. Voglio quindi slegarmi da un’idea di donna che debba essere vestita in una certa maniera per rispondere a un certo tipo di esigenze. -

 

 

Borbonese, Tod's and then Afhra, a brand of your own. How did you conceive it and, above all, why did your grandmother wear the same name?

 

- Afhra because she was born in the period of colonial Italy, alas. It was a page of history, ugly and dramatic. The brand is dedicated to her and conceives the bag as a design object. I am an anti-fashion person, annoyed by the mental form of the use and throws that is increasingly rampant. And they have been for some time. For me a bag it is like a beautiful lamp by Magistretti, a particular chair. Something you can take, move and, why not, pass on in time. I try to create pieces that make sense. I therefore want to untie myself from an idea of ​​a woman who must be dressed in a certain way to respond to a certain type of needs. -

 

 

Afhra primavera-estate 2019

 

 

 

Cos’hanno di diverso le tue donne rispetto alle altre? 

 

- Beh, sono molto spesso donne androgine, libere. Le borse dedicate a Lee Miller e ad Annemarie Schwarzenbach, la quale è stata una giornalista lesbica, femminista, ed esploratrice di modi molto pericolosi a inizio Novecento, esprimono esattamente il messaggio di Afhra. La collezione autunno-inverno 2019 avrà invece, tra le protagoniste, una creazione dedicata alla designer di mobili Charlotte Perriand. In generale sono figure femminili dei primi anni del secolo scorso. - 

 

What's different about your women than others?

 

- Well, they are very often androgynous women, free. The bags dedicated to Lee Miller and Annemarie Schwarzenbach, who was a lesbian journalist, feminist, and explorer of very dangerous countries in the early twentieth century, express exactly Afhra’s message. The fall-winter 2019 collection will have, among the protagonists, a creation dedicated to furniture designer Charlotte Perriand. In general they are female figures of the first years of the last century. -

 

 

Ti ritieni femminista?

 

- Sì, assolutamente. Anche se con gli anni credo che il concetto abbia assunto connotazioni diverse. Penso che per le nuove generazioni, in particolare, sia più difficile capire il ruolo svolto dal movimento e le sue implicazioni. C’è troppa confusione e troppe maschere che sono costrette a indossare, per sopravvivere. - 

 

Do you consider yourself a feminist?

 

- Yes, absolutely. Although over the years I believe that the concept has taken different connotations. I think that for the new generations, in particular, it is more difficult to understand the role played by the movement and its implications. There is too much confusion and too many masks that they are forced to wear, to survive. -

 

 

Afhra primavera-estate 2019

 

 

 

Quali sono queste maschere?

 

- Il mondo del fashion, ad esempio, sta proponendo dei tipi di donna assolutamente agghiaccianti. E noi donne siamo convinte di doverci adattare per sopravvivere. Non c’è più l’immaginario, positivo, di un essere libero, selvaggio. - 

 

What are these masks?

 

- The world of fashion, for example, is proposing absolutely shocking types of women. And we women are convinced that we have to adapt to survive. There is no longer the imaginary, positive, of a free, wild being. -

 

 

Pensi che le tue collezioni riescano a esprimere questo messaggio?

 

-  No. Ma esistono dei piccoli elementi che sono significativi: la qualità, il disegno, l’essere senza tempo. Il logo non è enfatizzato, perché preferisco, ma lo avrai già capito, che la sostanza e l’estetica dialoghino in equilibrio. Oggi, purtroppo, emerge solo la seconda e spesso non è neanche un granché. Inoltre vengono realizzate una a una da operai italiani in un'azienda italiana. 

 

Do you think your collections are able to express this message?

 

- No. But there are small elements that are meaningful: quality, design, timeless being. The logo is not emphasized, because I prefer, but you have already understood, that substance and aesthetics to dialogue in balance. Today, unfortunately, only the second emerges and often it is not even much. In addition they are made one by one by Italian workers in an Italian company.

 

 

Condivideresti, allora, la filiera che seguono le tue borse?

 

- Vengono realizzate in un’azienda di Lecco che si chiama La Classica. Realizzano prodotti molto alti ed eseguiti magistralmente. -

 

Would you then share the supply chain that follows your bags?

 

- They are made in a company in Lecco called La Classica. They make very high-end and masterfully executed products. -

 

 

 

 

Afhra primavera-estate 2019

 

 

 

 

Conosci molto bene le aziende di produttori, anche grazie alle tue esperienze precedenti. Sono uscite dalla crisi oppure è ancora tragica la situazione?

 

- Purtroppo aziende come La Classica rischiano ancora oggi di scomparire, soppiantate da quelle dei cinesi a Prato. La situazione è veramente complessa e sono in pochi a sopravvivere. Mi ricordo che al primo colloqui che feci con Tod’s dissi che la borsa è come un marito, mentre la scarpa è come un amante. Perché la seconda ti fa sentire bella, la prima deve fare status. Utile, comoda. Perfetta. Ecco perché abbiamo bisogno di realtà così, ancora oggi. - 

 

You know very well the producers' companies, also thanks to your previous experiences. Are they out of the crisis or is the situation still tragic?

 

- Unfortunately, companies like La Classica are still in danger of disappearing, supplanted by those of the Chinese in Prato. The situation is really complex and few are able to survive. I remember that at the first interview I did with Tod's, I said that the bag is like a husband, while the shoe is like a lover. Because the second one makes you feel beautiful, the former must make status. Useful, comfortable. Perfect. That’s why we still need reality like this, even today. -

 

 

Progetti per il futuro?

 

- Fare evolvere il brand, portandolo a livelli di eccellenza manifatturiera sempre più alti. Per il resto continuo a dedicarlo alle donne vere e piene di talento. -

 

Plans for the future?

 

- Making the brand evolve, bringing it to higher levels of manufacturing excellence. For the rest I continue to dedicate it to real and talented women. -

 

 

Prima di concludere: hai citato molti nomi di donne prima, ma hai dimenticato di inserirne uno, nel tuo portafoglio, di estrema importanza: Simone (de Beauvoir):

 

- (Ride). Arriverà, sicuramente. -

 

Before concluding: you mentioned many names of women before, but you forgot to include one in your portfolio, of extreme importance: Simone (de Beauvoir):

 

- (Laugh). It will arrive, surely. -

 

afhra.net

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Google +
Please reload

  • Black Icon Instagram
  • Nero Twitter Icon
  • Nero Facebook Icon

WEB DESIGN by Annamaria Maisto

Copyright © Nouvelle Factory