• Ilaria Introzzi

Agire è creare: la scultura secondo Pierre Auzias / To act, to create: sculpture according to Pierre

Giovanni - cera, gesso, sangue, pigmenti, Pierre Auzias

Pierre Auzias è piuttosto giovane. Eppure conta un curriculum vitae importante. Tra le diverse esposizioni l’ultima a vederlo unico protagonista è stata a Ortisei quest’estate. La mostra Apostoli, presso il Circolo Artistico e Culturale di Ortisei, ha visto protagoniste le sculture dell’artista francese. Nato a Pau (sud-est della Francia) nel 1995, Auzias studia per 6 anni a Parigi, per poi trasferirsi in Italia, in Val Gardena. Sulle Alpi affina la tecnica della scultura e grazie a quest’arte decide di mettere in discussione questioni importanti per tutta l’umanità: la religione, l’atto della creazione (compreso quello artistico) e l’essere umano, il quale è sempre al centro della sua ricerca.

Pierre Auzias is quite young. Yet he has an important curriculum vitae. Among the various exhibitions, the last to see him as the only protagonist was in Ortisei this summer. The Apostoli show, at the Ortisei Circolo Artistico e Culturale, featured sculptures by the French artist. Born in Pau (south-east of France) in 1995, Auzias studied for 6 years in Paris, then moved to Italy, in Val Gardena. On the Alps he refines the technique of sculpture and thanks to this art he decides to question important issues for all humanity: religion, the act of creation (including the artistic one) and the human being, who is always at the center of his research.

Pierre, quando hai scoperto l'arte e la scultura?

- Sin da subito la scultura mi è apparsa come un’”evidenza". A 12 anni ho iniziato a prendere confidenza con la materia. Poi a 15 anni, a Parigi, presso l'accademia Ecole Boulle, ho imparato il mestiere dell'arte dello scultore monumentalista. Dopo oltre sei anni di apprendistato tecnico con diversi maestri, la strada dell'arte è diventata una conseguenza logica. La mia sensibilità mi ha spinto a esprimermi, a cercare la sincerità. Ora, il momento della creazione è per me una necessità. -

Pierre, when did you discover art and sculpture?

- From the beginning the sculpture appeared to me as an "evidence". At the age of 12 I began to become familiar with the subject, then at the age of 15, in Paris, at the Ecole Boulle academy, I learned the craft of art of the monumental sculptor. After more than six years of technical apprenticeship with different masters, the road of art has become a logical consequence. My sensitivity led me to express myself, to seek sincerity. Now, the moment of creation is a necessity for me. -

Ich würde nur an einen Gott glauben, der zu tanzen verstünde - tela di cotone, sangue, acqua, inchiostro, acciaio, legno, Pierre Auzias

Sei nato nel sud della Francia, hai studiato a Parigi e ti sei perfezionato a Ortisei, in Val Gardena, dove ora risiedi. Quali sono stati i motivi che ti hanno portato in Italia?

- Volevo approfondire la mia formazione di scultura figurativa. In Val Gardena ho trovato un ambiente adatto allo sviluppo della mia arte. -

You were born in the south of France, you studied in Paris and you improved your art in Ortisei, in Val Gardena, where you now reside. What were the reasons that brought you to Italy?

- I wanted to deepen my figurative sculpture training. In Val Gardena I found a suitable environment for the development of my art. -

A Ortisei, presso il Circolo Artistico e Culturale, hai presentato la mostra Apostoli, terminata il 1 settembre. Com'è nata?

- L’esposizione “Apostoli” associa arte sacra e filosofia esistenzialista. È il frutto di una lunga ricerca personale sulla mia fede e sulle domande che ci poniamo noi, gli individui. Il tema della trascendenza si è imposto per conciliare questi due concetti, o, piuttosto, due nozioni di realtà. Volevo offrire una libera esperienza; porre, attraverso le sculture, domande aperte sulla relazione dell'uomo e la sua fede. -

In Ortisei, at the Circolo Artistico e Culturale, you presented the exhibition Apostoli, which ended on September 1st. How was it born?

- The exhibition Apostoli associates sacred art and existentialist philosophy. It is the fruit of a long personal research on my faith and on the questions we, the individuals, ask ourselves. The theme of transcendence has imposed itself to reconcile these two concepts, or, rather, two notions of reality. I wanted to offer a free experience; to ask, through the sculptures, open questions about the relationship of man and his faith. -

Taddeo - cera, gesso, sangue, pigmenti, Pierre Auzias

Cera, gesso, sangue, pigmenti e canapa. Sono i materiali che hanno dato forma alle tue opere: i visi degli apostoli e l'installazione al centro della sala. Con quali criteri li hai scelti? Ci sono motivi più profondi che hanno contribuito alla scelta?

- Il mio lavoro è basato sulla figura umana. Per ciò, il rapporto con il corpo è molto importante per me. E pertanto normale che utilizzo materiali organici in quanto riescono a trasmettere le nostre sensazioni ed emozioni. La scelta del sangue è quasi sistematica nelle mie ultimi creazioni. Si tratta di una materia comune e nobile. È essenziale alla vita, ma simboleggia anche il sacrificio, la morte. A mio avviso, il sangue è la materia che meglio esprime la nostra condizione umana. -

Wax, plaster, blood, pigments and hemp. These are the materials that have shaped your works: the faces of the apostles and the installation in the center of the room. With what criteria did you choose them? Are there deeper reasons that contributed to the choice?

- My work is based on the human figure. Because of this, the relationship with the body is very important to me. It is therefore normal that I use organic materials as they are able to convey our feelings and emotions. The choice of blood is almost systematic in my latest creations. It is a common and noble subject. It is essential to life, but it also symbolizes sacrifice, death. In my opinion, blood is the material that best expresses our human condition. -

Giacomo - cera, gesso, sangue, pigmenti, Pierre Auzias

Arte e religione hanno sempre dialogato fra loro. Qual è il tuo punto di vista su questo rapporto?

- Si tratta più che altro di una vera e propria ricerca. Le mie creazioni d'arte sacra testimoniano un'indagine di significato, di un bisogno intenso di esprimersi. Pur essendo di religione cattolica, non propongo una dottrina, ma una visione personale dell'uomo e della sua fede. -

Art and religion have always talked to each other. What is your view on this relationship?

- It is more like a real research. My creations of sacred art testify an investigation of meaning, of an intense need to express oneself. Despite being a Catholic, I do not propose a doctrine, but a personal vision of man and his faith. -

Noti delle differenze di approccio da parte dei giovani italiani e francesi nei confronti dell'arte?

- Ritengo che oggi l'arte sia globale e che quindi i confini contino relativamente poco. Tuttavia, credo che ci siano delle grandi differenze di visione dell’arte in generale. Questa diversità può comportare molta confusione, ma, allo stesso tempo, favorisce anche lo sviluppo di nuove scuole e raggruppamenti di giovani artisti. -

Are you aware of the differences in approach by young Italians and French towards art?

- I believe that today the art is global and therefore the borders count relatively little. However, I believe that there are great differences in the vision of art in general. This diversity can lead to much confusion, but at the same time it also favors the development of new schools and groups of young artists. -

Ich würde nur an einen Gott glauben, der zu tanzen verstünde - tela di cotone, sangue, acqua, inchiostro, acciaio, legno, Pierre Auzias copia

Progetti per il futuro?

- Vorrei approfondire le mie ricerche sulla figura umana, rimanendo sempre onesto con me stesso e il mio lavoro. Infine, vorrei cercare di scoprire ogni giorno questo grande mistero che è la creazione. -

Plans for the future?

- I would like to deepen my research on the human figure, always remaining honest with myself and my work. Finally, I would like to try to discover every day this great mystery which is creation. -

facebook.com/pierre.auzias

  • Black Icon Instagram
  • Nero Facebook Icon

Web / Graphic design by Annamaria Maisto

Copyright © Nouvelle Factory