Lo scatto fotografico tra neo-barocco e passione: una conversazione con Roberta Reina / Photographic shoot between neo-baroque and passion: a conversation with Roberta Reina

 

 

 

La Palermo notturna, coi suoi bagliori affascinanti, cimenta la grande verve artistica di Roberta Reina, la fotografa palermitana che ha fatto della luce (soffusa), la sua firma di riconoscimento.

La sua fotografia è quasi catartica. È emozionale. Sarebbe un errore attribuire, alla fotografia Roberta, un coup de tête per attirare l’osservatore.

 

A nocturnal Palermo, with its charming gleams, carries the great artistic vortex of Roberta Reina, the Palermitan photographer who made light (soft), her signature.

Her photography is almost cathartic. It's emotional. It would be a mistake to attribute, to Roberta photography, a coup de tête to attract the observer.

 

 

Roberta, quanto dei tuoi studi umanistici troviamo nelle tue fotografie?

 

- Certamente ritengo che il percorso di studi umanistici, tra liceo classico ed università, abbia avuto un ruolo decisivo nella mia personale visione della fotografia. Ho avuto la possibilità di ricevere una formazione basata sullo studio dei classici greci e latini, dell’italiano, della storia, della filosofia e dell’arte. Quest’ultima ha certamente plasmato, nel corso degli anni, la mia percezione della realtà ed il mio senso estetico. Quando ho iniziato a lavorare a progetti fotografici notturni, ho portato avanti, parallelamente, uno studio sull’arte rinascimentale (soprattutto pittura ed architettura) e sull’utilizzo della luce, così da potere trasferire alle ambientazioni, oggetto del mio interesse, quell’aura di fascino e di mistero. Amo moltissimo le opere di Tintoretto, Leonardo,  Vermeer, Jacopo dal Ponte Bassano e più di tutti, Caravaggio. Trovo straordinario come il Caravaggio riesca a dare un così forte impatto emotivo alle sue opere, attraverso il colore e l’uso scenografico della luce. 

 

Roberta, how much of your humanitic studies do we find in your photographs?

 

- Certainly I believe that the course of humanistic studies, between high school and university, has played a decisive role in my personal vision of photography. I had the opportunity to receive a training based on the study of Greek and Latin classics, Italian, history, philosophy and art. The latter has certainly shaped over the years my perception of reality and my aesthetic sense. When I started working on nocturnal photography projects, I carried on a parallel study of Renaissance art (especially painting and architecture) and the use of light, so that I could move the aura of charm and mystery. I love the works of Tintoretto, Leonardo, Vermeer, Jacopo dal Ponte Bassano and most of all, Caravaggio. I find it extraordinary that Caravaggio can give such a strong emotional impact to his works, through the color and scenographic use of light. -

 

 

Mercato di Ballarò (Palermo)

 

 

 

Henri Cartier – Bresson, osservava: “Fotografare è riconoscere nello stesso istante e in una frazione di secondo un evento e il rigoroso assetto delle forme percepite con lo sguardo che esprimono e significano tale evento. È porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore. È un modo di vivere.” Cosa rappresenta, per te, l’arte del fotografare?

 

- La fotografia, come le altre espressioni artistiche, deve riuscire a trasmettere un’emozione; deve suscitare curiosità ed interesse in chi la guarda. Fotografare per me significa voler raccontare un particolare momento, quell’attimo unico ed irripetibile, che racchiude il modo personale di percepire e vedere la realtà che ci circonda. Ritengo che una buona fotografia debba nascere inaspettatamente ed in modo istintivo; è una pura intuizione che unisce mente, corpo ed anima. In assoluto penso che la parte più difficile sia il momento dello scatto; ogni elemento che inseriamo nel fotogramma deve riuscire a sovrapporsi all’immagine già nata nella mente del fotografo. Quando fotografo ho cuore e mente liberi, mi dedico interamente a quel momento in cui concentro tutta me stessa; quando cammino per la strada, mi lascio guidare dalle sensazioni del momento, cerco di rendere ovattato ciò che può essere un elemento di disturbo e canalizzo le mie energie nella capacità di anticipare il momento che stavo cercando. Bisogna, col tempo, imparare a comprendere le dinamiche, a capire in che modo un dato evento possa svilupparsi, a creare nella propria mente i possibili scenari, così da scattare in tempo la foto.

 

Henri Cartier - Bresson, observed: “Photographing is to recognize at the same instant and in a fraction of a second an event and the rigorous arrangement of the forms perceived with the gaze that express and signify that event. It is to put the mind, the eyes and the heart on the same line of sight. It's a way of life.” What is the art of photographing for you?

 

- Photography, like other artistic expressions, must be able to convey an emotion; it must arouse curiosity and interest in those who look at it. Photographing for me means wanting to tell a particular moment, the unique and unrepeatable moment that encapsulates the personal way of perceiving and seeing the reality around us. I think a good photograph must be born unexpectedly and instinctively; is a pure intuition that unites mind, body, and soul. Absolutely I think the hard part is the moment of the shot; every element we insert into the frame must overlap the image already born in the mind of the photographer. When I photograph I need my heart and mind free, I dedicate myself entirely to that moment when I concentrate on myself; when I walk down the road, I let myself be guided by the sensations of the moment, I try to render what can be an element of disturbance and channel my energies in the ability to anticipate the moment I was looking for. In time, learning to understand the dynamics, to understand how a given event can develop, to create in your mind the possible scenarios, so you can take the picture in time. -

 

 

 

Particolare di Vicolo Brugnò (Palermo)

 

 

 

Cartier - Bresson, in molte sue considerazioni, sottolinea la parola realtà e nei tuoi scatti, si avverte quella forte necessità di raccontare il quotidiano, perché?

 

- Amo la quotidianità fatta di lavoro, di persone comuni, di gesti semplici, di luoghi spesso dimenticati. Attraverso le mie foto cerco di raccontare l’anima di Palermo, perché vorrei che la mia città fosse più amata e rispettata. Mi piace girare per ore nei vicoli del centro, parlare con le persone che spesso mi chiedono il perché delle foto; mi piace l’idea di essere sempre vicina al soggetto che fotografo e soprattutto mi rendo sempre visibile. La street photography presuppone il contatto con la gente, lo scambio di sguardi, la capacità di avvicinarsi per trovare la posizione di scatto migliore. Probabilmente mi piace particolarmente raccontare la Palermo fatta di arte e tradizione, quella dove si mescolano odori e sapori provenienti da culture diverse. L’amore per la mia città mi ha portata a volerne conoscere la storia sentendomi parte integrante di essa; in ogni vicolo o luogo simbolo torno indietro nel tempo, rivivo nella mente quell’atmosfera … Ecco come nasce il mio racconto.

 

Cartier-Bresson, in many of his considerations, emphasizes the word reality and in your shots, you notice that strong need to tell the daily life, why?

 

- I love everyday work made by common people, simple gestures, often forgotten places. Through my photos I try to tell the soul of Palermo, because I would like my city to be loved and respected. I like to turn around in the alleyways for hours, talk to people who often ask why this photos; I like the idea of ​​being always close to the subject I photograph and above all I always make it visible. Street photography presupposes contact with people, the exchange of looks, the ability to approach to find the best shooting position. Probably I like to tell the story of Palermo made of art and tradition, the one where smells and tastes come from different cultures. Love for my city has led me to want to know history by feeling an integral part of it; in every alley or place symbol I go back in time, I live in my mind that atmosphere ... Here's how my story is born. -

 

 

 

Veduta del porticciolo di Cefalù (Palermo)

 

 

 

È straordinaria la visione che hai della tua terra: i suoi mercati rionali, il suo mare, la sua gente … Quale messaggio vuoi inviare al mondo, attraverso i tuoi progetti, della Sicilia?

 

- C’è una frase di Spinoza che vorrei condividere e che mi rappresenta: “Io non attribuisco alla natura né bellezza né bruttezza, né ordine né confusione, giacché le cose non si possono dire belle o brutte, ordinate o confuse, se non relativamente alla nostra immaginazione”. Ciò significa che ovunque regni l’apparente disordine è possibile ritrovare la bellezza di un fiore da cogliere, non limitandoci solo a vedere, nel nostro giardino, quante siano le foglie cadute dagli alberi. Tutto questo cerco di trasferirlo alle mie immagini: La bellezza della mia terra è indiscutibile nonostante spesso venga alla ribalta per pagine tristi. 

 

The vision you have of your land is extraordinary: its rustic markets, its sea, its people ... What message do you want to send to the world through your projects, and also Sicily?

 

- There is a phrase of Spinoza that I would like to share and that it represents me: “I do not attribute to nature, nor beauty, nor ugliness, nor order nor confusion, since things can not be said good or bad, ordered or confused, if not relatively ti our imagination”. This means that wherever reigns the apparent disorder you can regain the beauty of a flower to be caught, not just to see in our garden how many leaves fall from the trees. All this I try to transfer to my pictures: rhe beauty of my land is indisputable, though it often comes to the fore for sad pages. -

 

 

Nella tua carriera sei stata insignita di svariati premi uno dei quali l’Honorable Mentional all’International Color Awards con la fotografia “A little child closes to Christ and His Church”: descrivici come è nato questo scatto e quale sentimento vuoi suscitare all’osservatore.

 

- Una domenica mattina di pochi anni fa un caro amico mi ha chiesto di accompagnarlo nella sede religiosa della comunità ortodossa rumena di Palermo. Siamo arrivati in questo piccolo edificio al mattino presto e ci siamo accorti subito della grande affluenza di persone. La comunità rumena partecipa attivamente alle celebrazioni ortodosse del fine settimana. La stanza, adibita a luogo di culto, era gremita di persone di tutte le età. La cosa che mi ha particolarmente colpita è la libertà che mi hanno lasciato nel fotografare durante tutta la celebrazione. Assistere alla loro liturgia è molto particolare, dato che inizia intorno alle 8 del mattino e termina verso le 13. Durante tutte queste ore i bambini sono lasciati liberi di muoversi e partecipano attivamente al rito insieme al sacerdote rumeno. La foto è nata casualmente in uno di quei momenti celebrativi; ho notato subito quella bambina con il volto d’altri tempi, sembrava uscita da un quadro di Charles Burton Barber ed il modo in cui giocava con quel ventaglio mi ha colpita a tal punto da ritrarla in diverse foto. Penso che chi osservi questa foto resti colpito dall’immagine in sé, più che una fotografia sembra un dipinto che suscita tenerezza.

 

In your career you have been honored with several awards, one of which the Honorable Mentional at the International Color Awards with photography “A little child closes to Christ and His Church”: tell us how did this shooting and what feeling do you want to arouse the viewer.

 

- A Sunday morning a few years ago a dear friend asked me to accompany him to the religious venue of the Romanian orthodox community in Palermo. We arrived in this little building early in the morning and we immediately noticed the great crowd of people. The Romanian community actively participates in the orthodox celebrations of the weekend. The room, used as a place of worship, was crowded with people of all ages. The thing that struck me particularly is the freedom they left me to take pictures during the whole celebration. Assisting their liturgy is very special, since it starts around 8 am and ends around 13. During all this time the children are left free to move and actively participate in the ceremony along with the Romanian priest. The picture was casually born in one of those celebratory moments; I immediately noticed that little girl with the face of other times, seemed to have come out of a picture of Charles Burton Barber and the way she played with that fanfare struck me so far to portray it in several pictures. I think whoever looks at this photo was impressed by the image itself, more than a picture seems like a painting that arouses tenderness. -

 

 

 

A little child closes to Christ and His Church

 

 

 

 

Quali sono i tuoi progetti attuali?

 

- Ho in mente diverse idee, prima fra tutte quella di concentrarmi su una serie di ritratti di strada. Mi piacerebbe provare a cimentarmi in qualcosa che non faccio spesso ma che mi diverte. Poi continuerò di certo anche a fotografare la sera; non riuscirei a fare a meno della ricerca di quei colori e quelle atmosfere. 

 

What are your current projects?

 

- I have several ideas in mind, first of all, to focus on a series of street portraits. I'd like to try something I do not practice often but enjoy. Then I will continue to photograph the evening; I could not do without looking for those colors and those atmospheres. -

 

E quelli futuri?

 

- Amo moltissimo viaggiare, quindi mi piacerebbe portare la macchina fotografica e raccontare a modo mio una realtà diversa da Palermo. In qualche modo lo faccio appena posso, dato che ho fatto già diverse foto in giro per la Sicilia, ma ancora c’è così tanto da vedere e da scoprire. Mai fermarsi!

 

And future ones?

 

- I love to travel a lot, so I would like to bring my camera and tell my way a different reality from Palermo. Somehow I can do it as I can, since I have already done several photos around Sicily, but there is still so much to see and to discover. Never stop! -

 

 

www.robertareina.com

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Google +
Please reload

  • Black Icon Instagram
  • Nero Twitter Icon
  • Nero Facebook Icon

WEB DESIGN by Annamaria Maisto

Copyright © Nouvelle Factory