• Ilaria Introzzi

Il minimalismo delle fotografie di Charlotte van Driel è manifesto di uno stile di vita


photo courtesy Charlotte van Driel


Pensate a tutti i motti possibili sul minimalismo e la fotografa Charlotte van Driel li rispetta tutti. Originaria dei Paesi Bassi, precisamente a Nijmegen, Charlotte da qualche anno fa parte del movimento della fotografia minimalista. Immagini spogliate dal superfluo in grado di unire in modo equilibrato significato intrinseco e forma. Estetica e valori virtuosi. Da applicare, come spiega l’artista, anche nella vita quotidiana.


Think of all the possible mottos about minimalism and photographer Charlotte van Driel respects them all. Originally from the Netherlands, precisely in Nijmegen, Charlotte has been part of the minimalist photography movement for some years now. Images stripped of the superfluous able to combine intrinsic meaning and form in a balanced way. Aesthetics and virtuous values. To be applied, as the artist explains, even in everyday life.


"The more chaotic the world becomes, the more I surprise myself by seeking simplicity". Charlotte, questo è il tuo motto dall'inizio del tuo percorso come fotografa?


- Beh, è sempre stato al centro dei miei pensieri. Un paio di anni fa si è affermato, diciamo, dopo una crisi personale. Per riprendermi ho fatto lunghe passeggiate. Un periodo prezioso, in cui sono stata nuovamente riconciliata alla natura, all'architettura e al mondo che mi circonda. Ho cercato principalmente luoghi tranquilli e deserti e li ho “catturati” con la mia macchina fotografica. Ho sperimentato lo scatto e l’editing come terapia. Tutto questo ha avuto un effetto curativo. Con il mio lavoro attuale cerco di trasmettere allo spettatore un'immagine minimalista e pacifica. I miei soggetti preferiti includono finestre e altri elementi architettonici, paesaggi da sogno e ciclisti solitari. -


"The more chaotic the world becomes, the more I surprise myself by seeking simplicity". Charlotte, this is your motto since the beginning of your path as a photographer?

- Well, it has always caught my attention. A couple of years ago it was strengthened because I got burned out. To recover, I took long walks. A precious period, in which I was once again introduced to nature, architecture and the world around me. I mainly searched for quiet, deserted places and captured this with my camera. I experienced taking and editing photos as a therapy, it had a healing effect. With my current work I try to bring across to the viewer a minimalistic, peaceful image. My favorite subjects include windows and other architectural elements, dream landscapes and lonely cyclists. -


photo courtesy Charlotte van Driel


Esattamente. Le tue immagini sono pulite, pure. Minimaliste. Come avviene uno scatto? Vai in giro per una città e all'improvviso "noti" la fotografia o costruisci l'immagine che vuoi avere?

- Entrambe. Preferisco creare immagini in cui spesso ricorre un solo elemento, immerso in uno sfondo neutro. Quando lo guardo, mi sembra che tutto ciò che avrebbe potuto essere tolto sia stato effettivamente ridimensionato. E quindi non mi manca. Al contrario, ho un soddisfacente senso di completezza. -

Exactly. Your pictures look clean, pure. Minimal. How does a shot happen? Do you go around a city and suddenly you "notice" the photograph or do you build the image you want to have?

- Both. I prefer to create images in which often only one element occurs, immersed in a neutral background. When I look at it, I feel like anything that could have been taken off has been diminished. I don't miss it. On the contrary, I have a satisfying sense of completeness. -


Sei minimalista anche nella vita quotidiana?


- Quando si tratta di stile di vita, mi concentro su ciò che è veramente importante ed essenziale per me. Cerco di eliminare quello che non mi aiuta, di sbarazzarmi di tutte le cose di cui non ho veramente bisogno. È il modo più tangibile ed efficace per applicare il minimalismo. E proprio l'opposto del sentire la mancanza di aver perso qualcosa. -

Are you minimalistic also in your daily life?

- When it comes to lifestyle, I focus on what is really important and essential to me. I try to delete everything that doesn't help. To got rid of all the things I don't really need. It is the most tangible and effective way to apply minimalism. And just the opposite of missing something. -


photo courtesy Charlotte van Driel


Com'è il tuo rapporto con la post-produzione?

- A volte scatto molte foto prima di essere soddisfatta. Quindi, trasferisco le foto sul mio Macbook e inizio il processo di modifica. -


How is your relationship with post-production?

- Sometimes I take a lot of pictures before I am satisfied. Then, I take the photos on my Macbook and start the editing process. -

All'inizio eri solitamente appassionata di fotografia. Nel 2016 qualcosa è cambiato e hai preso alcune lezioni. Come hanno cambiato il tuo approccio?


- Le lezioni si sono concentrate principalmente sull'utilizzo della mia fotocamera. Quindi lo studio della composizione, dell'illuminazione, il gioco con la luce e le diverse lenti. Quindi direi che l’hanno migliorato, soprattutto a livello tecnico. -

At the beginning you were just passionate on photography. In 2016 something changed and you took some lessons. How did they change your approach?

- The lessons mainly focused on operating my camera. Such as composition, lighting, playing with light and different lenses. -


Hai qualche artista del passato che ti ispira oggi?


- Non specifico dal passato. I social media per me sono per dare e trarre ispirazione. Mi piace molto il lavoro di Karen Vikke e Nikolai Muth. Loro li seguo su Instagram. -

Do you have any artists from the past who inspire you today?

- Not specific from the past. Social media to me is to inspire and be inspired. I really enjoy the work of Karen Vikke and Nikolai Muth. I follow them on Instagram. -


Immagino che per creare le tue opere tu debba viaggiare parecchio. Come hai gestito questa esigenza durante il lock-down?


- Usando foto dal mio archivio. Inoltre, è possibile scattare bellissime foto anche nei Paesi Bassi, sai? Finché c'è acqua o un bellissimo orizzonte riesco a gestire la situazione. -

I believe you use to travel a lot to create your works. How did you manage this need during Covid lock-down?

- I use photos from my archive. In addition, beautiful photos can also be taken in the Netherlands. As long as there is water or a beautiful horizon I can manage. -

Come si può essere creativi quando non si è in grado di vedere?


- La prima cosa che faccio quando mi sento poco ispirata è cambiare il mio ambiente fisico. Provo qualcosa di nuovo, faccio una passeggiata, leggo un libro o ascolto musica. -


How to be creative when you are unable to see?


- The very first thing I do when I feel uninspired is to change my physical environment. I try something new, take a walk, read a book or listen to music. -

La tua foto preferita?


- È una domanda difficile perché ne ho diverse. Ma mi piace molto quella con il muro rosso e la porta blu. La combinazione di colori e il tettuccio parasole sopra la porta mi fanno sorridere. L’ho scattata in Costa Rica. -

Your favorite picture?

- That is difficult for me because I have many favorites. But I like the one with the red wall and the blue door very much. The combi of colors and the sunshield above the door makes me smile. It is taken in Costa Rica. -


@CharlottevanDriel