• Ilaria Introzzi

Palorosa, ovvero quando creare borse è assieme architettura, tradizione e sostenibilità


Cecilia Pirani e alcune artigiane di Palorosa a Città del Guatemala, luglio 2021


Ogni paese del mondo ha le sue tradizioni, in ogni campo. Dalla cucina alla moda. Ed è da questa che prende il via il progetto hand-made in Guatemala di Cecilia Pirani, architetto e designer italiana di origini guatemalteche. Nel 2014, infatti, la creativa decide di valorizzare il saper fare artigianale degli artigiani della sua terra al fine di creare borse e accessori ideati secondo il suo gusto - raffinato, minimalista - e le tecniche d’intreccio locali. Nota in più, imprescindibile, il materiale: plastica riciclata. Quando etica ed estetica si fondo naturalmente. Nasce così Palorosa, un brand ma anche un’idea di lifestyle precisa, puntellata qua e là da colori altrettanto sostenibili e sofisticati, che Cecilia racconta direttamente da Città del Guatemala, dove si trova al momento per seguire la produzione delle sue creazioni, prima di rientrare a Milano, dove ha uno shop-show room in via Vigevano 3.


Every country in the world has its own traditions, in every field. From the kitchen to fashion. And it is from this that the hand-made project in Guatemala by Cecilia Pirani, italian architect and designer of guatemalan origins, kicks off. In 2014, in fact, the creative decided to enhance the artisanal know-how of the artisans of her land in order to create bags and accessories designed according to her taste - refined, minimalist - and local weaving techniques. Another essential note is the material: recycled plastic. When ethics and aesthetics naturally merge. Thus was born Palorosa, a brand but also a precise lifestyle idea, supported here and there by equally sustainable and sophisticated colors, which Cecilia tells directly from Guatemala City, where she is at the moment to follow the production of her creations, before return to Milan, where she has a shop-show room in via Vigevano 3.


Cecilia, lanci Palorosa 7 anni fa. Lo definisci un lifestyle brand che infatti oggi non comprende solo borse ma anche oggetti per la casa ed esterni. Ti ricordi però il tuo primo pezzo in assoluto?


- Tutto è nato dalla Basket, la borsa iconica di Palorosa e la cesta da cui ho tratto ispirazione in Guatemala. Ho sempre avuto una passione per borse, ceste e soprattutto intrecci. Arrivata in Guatemala, e poi anche in Messico, fin da subito ho amato osservare le donne che indossavano con i lori splendidi vestiti colorati e tessuti a mano queste ceste dai mille colori. Mi è piaciuta la semplicità, lo stile, l’utilizzo e la funzionalità. -


Cecilia, you launched Palorosa 7 years ago. she You define it as a lifestyle brand that today does not only include bags but also objects for homes and outdoors. But do you remember your first piece ever?


- It all started with the Basket, Palorosa's iconic bag and the basket from which I drew inspiration in Guatemala. I have always had a passion for bags, baskets and above all weaving. Arrived in Guatemala, and then also in Mexico, I immediately loved to observe the women who wore these multi-colored baskets with their splendid colored dresses and hand-woven fabrics. I liked the simplicity, style, use and functionality. -


Palorosa primavera-estate 2021, Lerici: basket tote oversize in strawberry red, sand e tobacco


Questo approccio deriva anche dal fatto che sei italiana e di origini guatemalteche?


- Le mie origini sicuramente hanno influito tanto nella mia ricerca, nel mio lavoro e stile di vita. Essere guatemalteca mi ha permesso di stare, conoscere e approfondire prima di iniziare tutto, di avvicinarmi alle persone cercando un approccio local, ma al contempo con l’occhio di chi arriva da fuori, dall’altro continente, da Milano. Il Guatemala mi avvicinato molto alla natura, una natura molto intensa. Il mio spirito urbano mi ha fatto scegliere di vivere a Città del Guatemala, un luogo difficile, con molti contrasti, ma molto affascinante. -

Does this approach also come from the fact that you are italian and of guatemalan origins?


- My origins have certainly influenced a lot in my research, in my work and lifestyle. Being Guatemalan allowed me to stay, know and deepen before starting everything, to get closer to people looking for a local approach, but at the same time with the eye of those coming from outside, from the other continent, from Milan. Guatemala came very close to nature, a very intense nature. My urban spirit made me choose to live in Guatemala City, a difficult place, with many contrasts, but very fascinating. -


Qual è il tuo stile di vita?

- Mi piace muovermi, sono poco sedentaria, quindi curiosa, una viaggiatrice. Amo osservare, cercare e collezionare. -


What's your lifestyle?


- I like to move, I am not very sedentary, therefore curious, a traveler. I love to observe, search and collect. -


Casa Wabi, Messico


In oltre, sei architetto del paesaggio. Se dovessi immaginarti le creazioni che disegni in un luogo particolare quale sarebbe?


- Casa Wabi, in Messico. -


In addition, you’re a landscape architect. If you had to imagine the creations you design in a particular place, what would it be?


- Casa Wabi, Mexico. -


Culturalmente, hai dei riferimenti che senti utili per il tuo lavoro?


- L’architettura italiana tra gli anni Cinquanta e Settanta, quindi Gio Ponti. E poi il Giappone, ovviamente il Messico, in particolare Luis Barragán. Poi, tornando in Europa, il design e l’architettura olandese, dove spiccano Petra Blaisse e Hella Jongerius. Ovviamente l’architettura del paesaggio. E poi la moda, in generale, la seguo da appassionata fin da bambina. -


Culturally, do you have any references that you feel are useful for your work?


- Italian architecture between the 1950s and 1970s, hence Gio Ponti. And then Japan, of course Mexico, in particular Luis Barragán. Then, returning to Europe, dutch design and architecture, where Petra Blaisse and Hella Jongerius stand out. Obviously landscape architecture. And then fashion, in general, I have been following as a passionate since childhood. -


Tre pot Palorosa, il terzo a destra è nell'iconico colore Palorosa, da cui prende il nome il brand


E parliamone allora. Le tue borse e ceste vengono realizzate a mano da artigiani in Guatemala, usando plastica riciclata. Come li hai conosciuti e perché hai deciso di affidare a loro le tue idee per renderle tangibili?

- Ho svolto tanta ricerca il primo anno in cui ho vissuto in Guatemala, in giro per i mercati sia della capitale che di tutto il Guatemala. L’idea è stata quella di recuperare e prendere ispirazione da qualcosa proprio della cultura e cercare di mantenere viva una tecnica artigianale molto diffusa. Ho cercato dei maestri dell’intreccio, anzi delle maestre dell’intreccio: le persone con cui collaboro sono infatti soprattutto donne. -


And let's talk about it then. Your bags and baskets are handmade by artisans in Guatemala, using recycled plastic. How did you get to know them and why did you decide to entrust your ideas to them to make them tangible?


- I did a lot of research the first year I lived in Guatemala, around the markets of both the main city and all of Guatemala. The idea was to recover and take inspiration from something typical of culture and try to keep alive a very widespread artisan technique. I looked for the masters of weaving, indeed the masters of weaving: the people I work with are in fact mainly women. -


Oggi uno sguardo ecosostenibile sul mondo è una tendenza che molti brand stanno (in)seguendo. Tu hai visto lungo quasi 10 anni fa ormai. Pensi di avere trovato il tuo "centro" oppure hai ancora altre strade che vuoi esplorare mantenendo questo concetto fermo?


- Fin da subito il progetto e il marchio sono stati sostenibili. Il materiale è plastica riciclata trovata qui in Guatemala. Inoltre l’idea è sempre stata fin dall’inizio di proporre un accessorio, una borsa durevole, funzionale. Una borsa di cui prendersi cura e farla durare nel tempo. Anche la ricerca del colore nasce da un approccio sostenibile. La gran parte di colori proposti sono neutri, si adattano, cambiano in base ai colori con cui li indossi in qualche modo. Delle volte seguono dei trend, ma molto spesso no. In modo molto naturale si adattano a un look e a un ambiente, non legano, non stufano. -


Today, an sustainable glance at the world is a trend that many brands are following. You've seen it along nearly 10 years ago now. Do you think you have found your "center" or do you still have other avenues that you want to explore while keeping this concept still?

- Right from the start, the project and the brand were sustainable. The material is recycled plastic found here in Guatemala. Furthermore, from the very beginning the idea has always been to propose an accessory, a durable, functional bag. A bag to take care of and make it last over time. The search for color also comes from a sustainable approach. Most of the colors proposed are neutral, they adapt, they change according to the colors with which you wear them in some way. Sometimes they follow trends, but very often they don't. In a very natural way they adapt to a look and an environment, they do not bind, they do not bore. -

Come nasce un accessorio Palorosa?


- Nasce da un’idea di funzionalità, bellezza e minimalismo, in modo che possa essere sempre portato con sé. -


How is a Palorosa accessory born?


- It borns from an idea of ​​functionality, beauty and minimalism, so that it can always be carried with you. -


Palorosa primavera-estate 2021, Lerici: basket tote in varie dimensioni, colori: eucalyptus green, sand e midnight blue


Parliamo di colori. Palorosa ha nuance tutte molto particolari, vero?


- Esatto, è proprio l’aspetto che contraddistingue il marchio e ci si arriva attraverso la ricerca. Il colore per me è materia, ed è la prima cosa da cui parto per sviluppare un prodotto, una collezione oppure una collaborazione. -


Let's talk about colors. Palorosa has many particular shades, right?


- Exactly, it is precisely the aspect that distinguishes the brand and can be reached through research. Color for me is matter, and it is the first thing I start from to develop a product, a collection or a collaboration. -


Come scegli la palette collezione dopo collezione?


- La mia ricerca spazia tra moda e architettura, arte, il Guatemala, l’America latina, Milano, il mare, la natura brulla. Libri, riviste. La scelta è molto spontanea. Traggo tutto da immagini sparse nella mente, non necessariamente recenti, materiali che trovo, oggetti che vedo. -


How do you choose the palette collection after collection?


- My research sweeps between fashion and architecture, art, Guatemala, Latin America, Milan, the sea, barren nature. Books, magazines. The choice is very spontaneous. I draw everything from images scattered in my mind, not necessarily recent, materials I find, objects I see. -

Nel caso della spring-summer 2021?

- È nato il midnight blue. Volevo un colore che fosse trasversale, che non fosse legato a una stagione in particolare. Era da tanto che cercavamo di fare un blu, e finalmente è arrivato. Un tono interessante e da indossare sia d’estate che d’inverno. Ha una punta di verde, che lo rende caldo e avvolgente. -

In the case of spring-summer 2021?


- The midnight blue was born. I wanted a color that was transversal, that wasn't tied to a particular season. We had been trying to make a blue for a long time, and finally it has arrived. An interesting tone to wear in both summer and winter. It has a hint of green, which makes it warm and enveloping. -


Palorosa primavera-estate 2021, Lerici: Place tote in white


La campagna estiva è scattata a Lerici, come mai?


- Lerici è un luogo a cui sono molto legata, è molto rappresentativo di me e del progetto Palorosa. È natura, ma anche architettura. Alberi, mare, che adoro, e cemento a vista, legno. Un’architettura unica da cui traggo molta ispirazione per il mio lavoro e non solo. Un luogo che mi emoziona sempre, ogni volta in modo diverso. Dopo tanti mesi faticosi, avevo voglia di creare un immaginario unico, che potesse far sognare. Ma al contempo molto reale, naturale. Le borse, una donna mediterranea, il mare, le sdraio, i colori più iconici di Palorosa: il bianco, i verdi, il sabbia e il nuovo blu. Complice una luce meravigliosa e un team super con cui ho realizzato la campagna. -


The summer campaign started in Lerici, why?


- Lerici is a place to which I am very attached, it is very representative of me and the Palorosa project. It is nature, but also architecture. Trees, the sea, which I love, and exposed concrete, wood. A unique architecture from which I draw a lot of inspiration for my work and beyond. A place that always excites me, each time in a different way. After so many tiring months, I wanted to create a unique imagery that could make you dream. But at the same time very real, natural. Bags, a Mediterranean woman, the sea, deckchairs, the most iconic colors of Palorosa: white, green, sand and the new blue. Thanks to a wonderful light and a super team with whom I made the campaign. -


Palorosa in poche parole?


- Minimale, femminile, consistente. -


Palorosa in few words?


- Minimal, feminine, consistent. -


palorosaproject.com