• Giuliana Schiavone

Recordārī Collective

Cinque designers indagano il senso del ricordo attraverso la pratica. E la memoria è come praxis (πρᾱξις) che riporta al cuore l’essenziale.

Five designers investigate the meaning of memory through practice. And the memory is like praxis (πρᾱξις) that brings back to the heart the essential.

Cuore come centro della rimembranza, focolaio creativo e spirituale ma anche materia pulsante, parola stretta negli argini di di un uso attuale depauperante che torna a un significato più radicale, pertanto elegantemente sovversivo. Il cuore torna a casa all’interno di un progetto significativo, interessante ed elegante dove si incontrano stili ed estetiche eterogenee. Recordārī è un Collettivo tutto al femminile fondato a Verona nel 2014. Attualmente è composto da Rita Martínez, Mariagiulia Trento, Veronica Meruzzi, Valeria Rossini e Giorgia Tasca.

Heart as center of remembrance, creative and spiritual focus but also pulsating matter, a word nested in the banks of an impoverished current contemporary use that finally returns to a radical meaning, therefore elegantly subversive. The heart come back home within a significant, interesting and elegant project where heterogeneous styles and aesthetics coexist.Recordārī is a feminine Collective founded in Verona in 2014. Current members of the group are Rita Martínez, Mariagiulia Trento, Veronica Meruzzi, Valeria Rossini and Giorgia Tasca.

Nell’antichità si credeva che nel cuore risiedessero tutti i ricordi. Da qui, l’origine del verbo recordārī, ovvero, ricondurre al cuore. Proprio nel design del gioiello si incontrano tutti questi aspetti interessanti che fanno parte di un processo che conduce ad un risultato formale unico perché in grado di connettere la memoria individuale alla memne collettiva.

In ancient times it was believed that all memories reside in the heart. That is the Reason why, the origin of the verb recordārī, or, lead back to the heart. It is precisely in the design of the jewel that all these interesting aspects that are part of a process leads to a unique formal result because it can connect individual memory to the collective memory.

Veronica Meruzzi Berlin - Dipiro stone, silver, steel - metal forming

Il gioiello è per Veronica emblema di un processo interiore ed evolutivo che nasce dal contatto con la sofferenza e dalla perdita, conducendo all’emancipazione, dunque a una distanza che diventa metafora di un nuovo luogo fisico ed emozionale. Pietra, argento, metallo sono la sostanza della memoria.

For Veronica, jewelry is the emblem of an inner and evolutionary process that is born of contact with suffering and loss, leading to emancipation, therefore at a distance that becomes a metaphor for a new physical and emotional place. Stone, silver, metal are the substance of memory.

Giorgia Tasca THE FLOWER THAT BLOOMS IN THE DARK Medal – Gold plated and oxidized bronze and fabric – Lost wax casting

Polvere è invece il viaggio di Giorgia attraverso cinque memorie-emozioni (e il numero cinque riporta energicamente all’armonia) radicate nella storia personale dell’artista. Si tratta di costellazioni di astri incastonati allo spirito del tempo. Sono la guida di questo viaggio essenza infinito, dove la coscienza è fiore che fiorisce nell’oscurità e la stella è forza che invita a scorrere. Oro e bronzo sono i lessemi materiali di questo discorso carico di spiritualità.

Dust is instead Giorgia's journey through five memories-emotions (and the number five energetically brings back to harmony) rooted in the artist's personal history. These are constellations of stars set to the spirit of the time. I am the guide of this journey infinite essence, where consciousness is a flower that blooms in darkness and the star is a force that invites us to flow. Gold and bronze are the material lexemes of this spiritual discourse.

Valeria Rossini GOD SAVE THE QUEEN Knuckleduster – Bronze, plexiglas, photographic paper – Lost wax casting

Evocare ciò che si è dimenticato e che non può riemergere se non come “Frammentazione”, è la prassi di Valeria. Tra oblio e ricordanza, lo sguardo interiore si abbandona ad onirismi inaspettati nella visione di Rita. Qui intangibile è il passato, intellegibile la forma. Bronzo, plexiglas, medium fotografico, stralci di memorie verbali.

To evoke what has been forgotten and which cannot re-emerge except as "Fragmentation" is Valeria's practice. Between oblivion and remembrance, the inner gaze abandons itself to unexpected dreamlike in Rita's vision. Here the intangible is the past, the form intelligible. Bronze, Plexiglas, photographic medium, excerpts of verbal memories.

Rita Martìnez WHEN I HAVE A PROBLEM I DRAW A FLOWER - I STILL REMEMBER THE SCENT! Knuckleduster – Gold plated bronze, natural gemstones – Lost wax casting

“Rêverie” è lo stato simbolico e formale messo in atto dal processo creativo di Rita. Il passato giunge delicatamente in una forma onirica, pertanto apparentemente familiare, eppure intensa per ricordarci che in qualche modo siamo “contenitori” e veicoli pulsanti di memoria, nuvole in una gabbia monocroma o fiori in una gabbia toracica fantastica però pur sempre fiori, da osservare con cura ma anche ironia.

"Rêverie" is the symbolic and formal state implemented by Rita's creative process. The past comes delicately into a dreamlike, therefore apparently familiar, yet intense form to remind us that we are somehow "containers" and vehicles of memory, clouds in a monochrome cage or flowers in a fantastic rib cage but still flowers to be observed with care but also irony.

Mariagiulia Trento PORTRAITS Brooch set – Brass, bronze, silver – Lost wax casting

Mariagiulia evoca il passato come luogo, lo lascia vagare nelle dimore che esistono o sono esistite, tra pareti e paesaggi dimenticati, passaggi di sens-azioni che appartengono ad un io generatore da cui tutto si propaga e a cui tutto torna ontologicamente. Ogni giorno.

Mariagiulia evokes the past as a place. Lets it wander in the dwellings that exist or have existed, between forgotten walls and landscapes, passages of senses-actions that belong to a generating ego from which everything spreads and to which everything returns ontologically. Everyday.

Recordārī è un progetto intenso, dove i risultati formali si avvalgono di una combinazione di concept raffinati e forti. Sono storie che si intrecciano armonicamente riconducendo la memoria all’origine, espandendo il suo potenziale simbolico.

Recordārī is an intense project, in where formal results make use of a combination of refined and strong concepts. They are stories that intertwine harmoniously bringing the memory back to its origin, expanding its symbolic potential.

  • Black Icon Instagram
  • Nero Facebook Icon
Copyright © Nouvelle Factory

Web / Graphic design by Annamaria Maisto